I-bricchetti-maestra-di-acquarello

Manuela Scriva

Manuela Scriva nel 2006 conclude la formazione per insegnanti Waldorf presso la Libera Accademia per gli Studi Antroposofici “Aldo Bargero” di Oriago, Venezia.

Dal 2006 al 2007 lavora come assistente presso una delle sezioni d’asilo della Scuola Waldorf “Michael” di Treviso e al centro estivo della “Scuola Waldorf Bolzano”, località Colle.

Conclude il tirocinio dopo un anno di pratica all’asilo della Scuola “Steiner Waldorf Verona”.

Insegna per due anni presso l’asilo a indirizzo steineriano di Novi Ligure.

Dal 2010 conduce un Gruppo Giochi Waldorf a Genova.

E’ responsabile pedagogica dell’Associazione per la Pedagogia Steineriana “I Bricchetti”.

Melita Renzi

Melita Renzi la consegue maturità classica nel 2010.

Attualmente frequenta il Corso di Scienze della Formazione Primaria all’Università di Genova e il Corso in Pedagogia Antroposofica alla Scuola Cometa di Milano. 

Dal 2009 ha iniziato a dedicarsi all’educazione dei bambini lavorando come babysitter, tutor universitario, animatrice scientifica e offrendo ripetizioni private.

Dal 2012 è parte attiva dell’Associazione per la Pedagogia Steineriana i Bricchetti.

Dal 2014 è assistente nel Gruppo Giochi Waldorf a Genova.

Sonia Vallese

Sonia Vallese dopo essersi laureata in Biologia ha lavorato 15 anni come microbiologa alimentare.

E’ madre di due figlie. Appassionata di Antroposofia, Pedagogia e Arte Manuale.

Ha frequentato le settimane intensive di pratica dell’Arte Manuale presso la Libera Accademia per la Formazione Antroposofica “Aldo Bargero” di Oriago, Venezia.

Dal 2010 frequenta l’Associazione per la Pedagogia Steineriana I Bricchetti e dal 2014 è responsabile del nostro Gruppo di Lavoro Manuale.

Attualmente si sta formando come insegnante Waldorf presso il Corso triennale in Pedagogia Antroposofica alla Scuola “Cometa” di Milano.

“Respingo l’ idea che la scuola debba insegnare direttamente quelle conoscenze specializzate che si dovranno usare poi nella vita. Le esigenze della vita sono troppe perché appaia possibile un tale insegnamento specializzato. La scuola dovrebbe sempre avere come suo fine che i giovani ne escano con personalità armoniose, non ridotti a specialisti. Lo sviluppo dell’attitudine a pensare e giudicare in modo indipendente dovrebbe essere sempre al primo posto”.     

Albert Einstein

To Top